FERNANDA MARROCCHI SI PRESENTA: “A DOSSOBUONO CON GRANDI AMBIZIONI”

By
Updated: luglio 3, 2018

Ruolo pivot, classe 1988, nazionalità italo-uruguaiana. Stiamo parlando di Fernanda Marrocchi, nuovo acquisto della Venplast Dossobuono per il prossimo campionato di Serie A1 femminile. Giocatrice di esperienza e qualità, Fernanda Marrochi lascia l’Estense Ferrara per approdare alla corte del presidente Marco Beghini.

«Ho iniziato a giocare a pallamano in Uruguay – esordisce Fernanda Marrochi – allenandomi con mio fratello Pablo che ora gioca in Francia e nella Nazionale Italiana. In Uruguay ho vinto tre campionati, oltre ad aver rappresentato la nazionale uruguaiana ai mondiali e ad un torneo pre-olimpico. Fu ad un mondiale di beach-handball che venni segnalata da un allenatore che fece il mio nome in Italia, dove approdai poco tempo dopo. Ho trascorso quattro anni a Ferrara, due con l’Ariosto e due con l’Estense. Proprio a Ferrara sono passata dal ricoprire il ruolo di terzino a quello di pivot, grazie a coach Ernani Savini che ha trasformato il mio modo di giocare».

Un’esperienza positiva quella a Ferrara per Fernanda Marrochi, che però ora non vede l’ora di immergersi nella nuova avventura a Dossobuono: «Ho passato quattro anni bellissimi a Ferrara, nei quali ho legato con tantissime ragazze. Nell’ultima stagione rientravo da un infortunio al legamento crociato; l’inizio è stato difficile, ero un po’ l’ombra di me stessa, ma con il passare del tempo sono riuscita a tornare ai miei livelli. Estense non iscriverà la squadra per il prossimo campionato ed appena ho ricevuto la proposta del Dossobuono non ho potuto dire di no».

Una realtà tutt’altro che sconosciuta per Fernanda Marrocchi quella di Dossobuono, visti i numerosi incontri disputati in questi anni da avversaria. Tante le persone conosciute dentro e fuori dal campo, che non possono non essere state un fattore determinante per il suo approdo in maglia giallo-rossa: «Con il presidente Marco Beghini c’è da sempre stato un grandissimo rapporto di stima. L’arrivo di Massimo Poderi a Dossobuono di sicuro è stato un aspetto molto importante per la mia scelta; conosco bene il suo modo di lavorare e di impostare tutto quello che riguarda l’aspetto sportivo di una squadra. Affrontare il viaggio da Ferrara a Dossobuono insieme ad altre compagne, che posso definire come delle sorelle, è per me un altro aspetto di notevole importanza. Il rapporto inoltre con mister Escanciano Sanchez è ottimo: parliamo la stessa lingua e in più di un’occasione abbiamo chiacchierato piacevolmente per ore durante le pause dei vari tornei. Ci siamo più di una volta ripromessi che un giorno io avrei giocato per lui, e questo giorno è arrivato! Ha sempre fatto giocare le proprie ragazze da squadra, e questo è sempre stato apprezzato da me. Percepire l’idea di gruppo e di squadra è fondamentale, dunque mi auguro che il mio processo di ambientamento con le nuove compagne sia molto rapido. Sono molto stimolata in vista della nuova stagione; spero di poter raggiungere i migliori risultati con questa società e di crescere ulteriormente come giocatrice. Non nego che dopo aver vinto vari campionati in Uruguay, mi piacerebbe poter mettere in bacheca anche un trofeo in Italia!».

Ufficio stampa Pallamano Olimpica Dossobuono
Foto: Leandro Zampieri

Condividi

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *